Il compleanno di Trieste

Ci hanno ripetuto con insistenza che Trieste è anziana, e abbiamo finito col crederci.
Ciò che negli ultimi anni è stato fatto in città – e soprattutto ciò che non è stato fatto – si deve in gran parte a questo luogo comune che si basa esclusivamente su dati demografici.
Ma se è vero che l’età media della popolazione è sempre più elevata, anche a causa dell’assenza di politiche sociali che incoraggino i giovani a non emigrare, TS4 intende partire da una premessa diversa: Trieste è una città giovane perché la sua identità specifica nasce appena trecento anni fa, con la proclamazione del Porto Franco. Tre secoli di storia per una città sono decisamente pochi.
Noi quindi crediamo che l’epoca in cui stiamo vivendo rappresenti per Trieste solo l’infanzia. Abbiamo tante potenzialità ancora tutte da coltivare.
Il 2019 è l’anno in cui cade il trecentesimo anniversario dell’atto formale che nella prima metà del XVIII secolo trasformò l’originario borgo di contadini e pescatori in uno dei più trafficati porti d’Europa e del Mediterraneo.
Vogliamo celebrare la storica ricorrenza senza rimpianti e nostalgie ma, anzi, recuperando lo spirito di progresso che favorì quella lungimirante operazione. Fu, a quel tempo, un grande investimento sul futuro, ed è precisamente del futuro di Trieste che oggi TS4 intende occuparsi.
Ci interessa aprire nuove strade per far entrare la città nel suo quarto secolo di vita, elaborando metodi di revisione profonda degli spazi urbani in funzione dell’ecologia ambientale e sociale a sostegno di mobilità, arte, scienza, cultura, commercio, ricerca, privilegiando la dimensione umana di ciascun percorso che intraprenderemo.

Se sei interessato a partecipare, clicca qui!